Mercato libero o tutelato: quale scegliere?

Cambia fornitore e risparmia!Chiama lo 010.848.01.61   o fatti richiamare gratuitamente.

Ogni cittadino è libero di scegliere il proprio fornitore per energia elettrica e gas. In Italia, il cliente può decidere se aderire a tariffe di fornitori che operano nel mercato libero, oppure nel Servizio di Maggior Tutela, con il prezzo imposto trimestralmente dall'Autorità. Quest'ultimo è destinato a sparire e come data limite è stato scelto luglio del 2018.

Servizio di Maggior Tutela per energia elettrica e gas metano: cos’è?

Il servizio di maggior tutela è il regime tariffario stabilito dall'Autorità per l'Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI). Il servizio  tutelato è rivolto sia ai clienti domestici che alle aziende e prevede un prezzo dell’energia elettrica e del gas metano stabilito ogni tre mesi dall’Autorità.
 
Per l'energia elettrica, in ogni zona geografica, il servizio di maggior tutela è affidato ad un operatore, collegato con il distributore locale. Per il gas, invece, ogni fornitore può offrire la tariffa del servizio tutelato. Entrambe le tariffe vengono aggiornate ogni 3 mesi. 
 
Il grande problema del servizio di maggior tutela è che non permette al cliente di avere lo stesso fornitore sia per energia elettrica che per gas: ad esempio, Enel Servizio Elettrico opera nel tutelato, ma esclusivamente per la luce e non per il metano. È importante ricordare che tutti i clienti, che non hanno mai cambiato fornitore, hanno la tariffa del servizio tutelato.

Mercato libero di energia elettrica e gas: cos’è?

Conosci il mercato libero?

Il decreto Bersani del 16 marzo 1999 ha avviato in Italia il processo di liberalizzazione del mercato dell'energia, permettendo una graduale liberalizzazione delle attività di produzione, importazione, esportazione, acquisto e vendita di energia. Da luglio del 2007, il mercato è completamente liberalizzato ed ogni fornitore ha la possibilità di entrare sul mercato in qualsiasi momento: questo ha favorito la concorrenza tra i fornitori ed ha permesso ai clienti di trovare tariffe con prezzi vantaggiosi e competitivi.

Il mercato libero puo' essere molto conveniente poichè permette ai clienti di aderire ad offerte vantaggiose, sempre aggiornate e in linea con il mercato. Il cliente puo' trovare un'amplia gamma di possibilità differenti, adattabili ad ogni esigenza:tariffe monorarie o biorarie, piuttosto che offerte verdi, con energia proveniente da fonti rinnovabili.

A differenza del servizio di maggior tutela, il fornitore operante nel mercato libero è indipendente dal distributore locale e hanno aderito a questo tipo di offerte tutti i clienti che hanno lasciato il tutelato.

  • Quali sono i vantaggi del mercato libero?
  • Offerte a prezzo bloccato per rimanere a riparo dalle oscillazioni del mercato
  • Prezzi competitivi
  • Possibilità di scegliere lo stesso fornitore sia per luce che per gas
  • Servizi digitali per il monitoraggio dei consumi e delle bollette: portale web, email, app

Cambio fornitore per luce e gas: quale mercato scegliere?

Prima del 2007, non esisteva il servizio di maggior tutela e i cittadini dovevano obbligatoriamente aderire al servizio di energia elettrica e gas. Grazie alla liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica e gas metano, i clienti possono liberamente scegliere a quale fornitore affidare le proprie utenze, valutando le migliori offerte tra una vasta gamma di società di vendita. Adesso che si ha la possibilità di decidere liberamente, quale mercato è migliore?

Una risposta assoluta a tale domanda non esiste. La scelta del cliente deve essere fatta pensando alle proprie esigenze, ai propri consumi e al servizio che si desidera ricevere.

In generale il mercato libero consente alle famiglie italiane di risparmiare sulle spese di luce e gas, poichè la grande quantità di fornitori presenti nel mercato libero permette che ci sia una continua concorrenza tra le società, a vantaggio dei consumatori.  

Il mercato libero è in continua crescita ed è sempre maggiore il numero di italiani che stanno passando a questo tipo di mercato.  In ogni caso, è fondamentale che prima di decidere se passare al mercato libero vengano considerate in modo approfondito tutte le offerte disponibili.

Come passare al mercato libero?

Passa al mercato libero per luce e gas!

Il cambio di fornitore è gratuito e puo’ essere richiesto dal cliente in qualsiasi momento.

Passando da un fornitore che segue le tariffe del servizio di maggior tutela ad uno del mercato libero non ci sarà nessuna interruzione del servizio e le tempistiche previste per il passaggio si aggirano intorno a uno-due mesi dalla richiesta al nuovo fornitore.Esso provvederà a richiedere la chiusura del vecchio rapporto di fornitura e a compiere tutti gli atti necessari per gestire gli aspetti tecnici e burocratici del passaggio.

Per inoltrare la richiesta al nuovo fornitore è sufficiente contattare la società telefonicamente oppure recarsi ad uno sportello.

  • Documenti necessari per richiedere il cambio di fornitore:
  • dati anagrafici dell’intestatario delle bollette
  • POD e PDR
  • indirizzo dell’immobile dove si vuole richiedere il cambio di fornitore
  • estremi bancari, nel caso in cui si preferisca pagare con l’addebito bancario piuttosto che con il bollettino postale

Cambia fornitore in modo semplice e veloce!Chiama lo 010.848.01.61 (costo chiamata nazionale), attivo   oppure fatti richiamare.

Luce-Gas.it è l'unico comparatore dedicato interamente all'energia.

Per saperne di più